Banca Generali: raccolta netta totale a €390 milioni a settembre (€4.065 milioni da inizio anno)

di , pubblicato il

La raccolta netta totale di Banca Generali a settembre è risultata positiva per €390 milioni e ha portato il valore cumulato da inizio anno a sfiorare i €4,1 miliardi. Il dato è ampiamente superiore, sia su base mensile che annuale, a quanto realizzato lo scorso anno confermando la capacità della Banca di crescere in ogni contesto di mercato. Il solido trend commerciale è stato supportato anche da un’ottima dinamica in termini di mix di prodotto con le soluzioni gestite più che raddoppiate sia a livello mensile (€154 milioni, +105%), sia a livello complessivo da inizio anno (€1.836 milioni, +111%). Tra queste si segnala ancora una volta il contributo predominante dalla Sicav lussemburghese LUX IM (€83 milioni, €1,3 miliardi da gennaio). Prosegue la crescita della raccolta dei contenitori gestiti (€63 milioni nel mese, €586 milioni da inizio anno), con un rinnovato spunto dalle soluzioni finanziarie di BG Solution grazie al rinnovamento delle linee e alle ulteriori opportunità di personalizzazione. Nel mese si è inoltre registrato un significativo incremento del risparmio amministrato (€273 milioni), spinto dai flussi di liquidità nei conti correnti (€159 milioni), che –tradizionalmente- trovano poi spazio nei mesi successivi per essere investiti nell’ambito di una puntuale pianificazione finanziaria. Tra le soluzioni di risparmio amministrato, sono stati poi emessi €30 milioni di prodotti strutturati e cartolarizzazioni per un totale di €690 milioni da inizio anno. Infine si segnalano le masse sotto consulenza evoluta (BGPA) a €5,4 miliardi, in crescita di €633 milioni netti da inizio anno. L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca Generali, Gian Maria Mossa, ha commentato: “Un altro mese caratterizzato da forte domanda di consulenza che ci vede in progressiva crescita in tutte le soluzioni commerciali e nel confronto con l’anno scorso. Oltre 4 miliardi di raccolta netta e 2 miliardi di gestita da gennaio nonostante l’impatto della crisi e il ritorno della volatilità sui mercati sono un risultato importante.

L’impegno negli strumenti digitali e nel continuo ampliamento dell’offerta stanno avendo grande riscontro dalla clientela e dai professionisti che vi ritrovano le soluzioni più adatte alla personalizzazione dei portafogli. La crescente attenzione che ci arriva dagli imprenditori e dai banker d’esperienza conferma che stiamo andando nella giusta direzione con un modello di open banking e servizi di wealth management distintivo nel nostro settore. Le incognite sul voto in America e gli effetti della pandemia invitano alla cautela ma il trend che stiamo registrando in queste settimane ci rende fiduciosi su un finale d’anno positivo per la Banca”.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: