Balzo in avanti per Poste Italiane

di , pubblicato il

Balzo in avanti per Poste Italiane. Kepler Cheuvreux migliora la raccomandazione sul titolo da hold a buy e riduce il target da 11 a 10 euro in scia alla revisione al ribasso del 10% circa per quanto riguarda le stime di EBIT e utile netto per gli esercizi 2020 e 2021. Il titolo ha toccato un massimo intraday a 8,106 euro per poi flettere a 8,03, in netto rialzo comunque dalla chiusura di mercoledì a 7,736 euro. Le quotazioni hanno disegnato una figura a doppio minimo tra il 12 e il 16 marzo in area 6,10. Questa configurazione rialzista e’ stata completata con il superamento del picco del 13 marzo a 7,79 euro e proietta ora un obiettivo in area 9,50 euro (il target di un doppio minimo si ottiene proiettandone l’ampiezza dal punto di rottura). In area 9,50 si colloca anche il 61,8% di ritracciamento del ribasso dal massimo di febbraio, una resistenza rilevante ricavata dalla successione di Fibonacci che i prezzi dovranno superare per segnalare la volonta’ di proseguire al rialzo verso i massimi di febbraio a 11,635. Nel breve prima resistenza gia’ a 8,80 euro. Solo ripiegamenti al di sotto di area 7,75 farebbero temere l’esaurirsi delle spinte rialziste prospettando la ricopertura del gap del 24 marzo con base a 7,22 euro. Sotto quei livelli atteso il ritorno in area 6,10 euro.

(AM – www.ftaonline.com)

Argomenti:

I commenti sono chiusi.