Asia-Pacific in positivo. Nikkei 225 in rialzo dello 0,88%

di , pubblicato il

Dopo una seduta in netto recupero per Wall Street (migliore dei tre principali indici newyorkesi il Nasdaq, in rialzo del 2,71% mercoledì dopo avere perso il 10% nelle tre precedenti sessioni), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza in positivo è proseguita. In attesa delle decisioni della Banca centrale europea, previste in giornata, e a fronte di nuove pressioni sui corsi del greggio (che continua a soffrire per la debolezza della domanda), il risultato è un guadagno intorno allo 0,50% per l’indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso, che mercoledì aveva toccato i minimi dell’ultimo mese.

Sul fronte valutario il Bloomberg Dollar Spot Index, paniere che monitora la divisa americana nei confronti delle altre dieci principali monete, è in moderato ribasso a fronte di uno yen sostanzialmente invariato sul biglietto verde. A Tokyo il Nikkei 225 chiude in crescita dello 0,88% (ha fatto decisamente meglio l’indice più ampio Topix, apprezzatosi dell’1,21%). Sul fronte macroeconomico, in luglio gli ordini di macchinari industriali core (escludendo cioè quelli per la generazione elettrica e quelli navali) sono calati in Giappone del 16,2% annuo, in miglioramento rispetto al precedente crollo del 22,5% e a fronte di una contrazione del 18,3% attesa dagli economisti.

La giornata è complessivamente in positivo anche per le piazze cinesi, che registrano però un andamento decisamente più contrastato. A meno di un’ora dal termine degli scambi lo Shanghai Composite si muove infatti poco sopra la parità, contro il rialzo di circa lo 0,60% dello Shanghai Shenzhen Csi 300 e una perdita intorno all’1,50% per lo Shenzhen Composite, indice ad alta componente tecnologica. In positivo Hong Kong: l’Hang Seng guadagna infatti circa lo 0,20% (fa meglio l’Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell’ex colonia britannica, in crescita intorno allo 0,40%).

A Seoul è superiore all’1% il rialzo del Kospi mentre a Sydney l’S&P/ASX 200 segna un progresso dello 0,51% in chiusura.

(RR – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno