Arabia Saudita: fusione tra National Commercial Bank e Samba

di , pubblicato il

Risiko bancario anche nel Golfo. National Commercial Bank (Ncb), maggiore istituto di credito dell’Arabia Saudita, ha infatti comunicato domenica di avere raggiunto l’accordo per la fusione con la connazionale Samba Financial Group. La società post-fusione, con asset per 837 miliardi di riyal (pari a poco meno di 190 miliardi di euro), diventerà la terza maggiore banca del Golfo, dietro a Qatar National Bank (Qnb) e First Abu Dhabi Bank. Ncb pagherà complessivamente 55,7 miliardi di riyal (12,5 miliardi di euro) per la rivale, garantendo un premio del 3,5% rispetto alla chiusura del titolo l’8 ottobre al Tadawul (la Borsa di Riyadh). Public Investment Fund (Pif, fondo sovrano dell’Arabia Saudita), già azionista di riferimento di entrambe le banche (detiene il 44,29% di Ncb e il 22,91% di Samba), avrà il 37,2% del nuovo istituto.

(RR – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno