Acea: finanziamento “sostenibile” nel settore idrico

di , pubblicato il

E’ stata completata con successo l’operazione di finanziamento strutturato a lungo termine di 30 milioni di Euro a favore di S.I.I. scpa, società del Gruppo Acea a capitale misto pubblico-privato che gestisce dal 2002 – in regime di affidamento trentennale – il servizio idrico integrato nel Sub Ambito 4 della Regione Umbria, territorio che ricomprende 32 Comuni della Provincia di Terni, con una popolazione residente di oltre 220.000 abitanti e reti idriche e fognarie gestite per oltre 3.800 km.

Il nuovo finanziamento di 20 milioni di Euro, accordato da BNL Gruppo BNP Paribas e da UBI Banca – Gruppo Intesa Sanpaolo, unitamente al finanziamento di 10 milioni di Euro accordato da Acea (socio industriale di S.I.I.), rappresenta la più importante ope-razione di finanza strutturata legata ad obiettivi di sostenibilità nel settore del servizio idrico integrato in Umbria.

L’operazione è stata realizzata grazie all’impegno dei soci pubblici e dei soci imprendito-ri (Umbriadue Servizi Idrici scarl, ASM Terni spa e AMAN scpa) che hanno condiviso un percorso che ha portato al rafforzamento della partecipazione e della governance di Acea, primo operatore idrico in Italia, a dimostrazione del forte coinvolgimento indu-striale e strategico.

Attraverso questo innovativo finanziamento S.I.I. realizzerà importanti interventi in in-frastrutture idriche, fognarie e di depurazione confermando l’impegno ad operare se-condo criteri di sostenibilità per raggiungere obiettivi di valore ambientale e sociale, in-clusa la significativa riduzione delle perdite idriche a salvaguardia della risorsa. Fino al 2031 sono previsti, infatti, circa 130 milioni di Euro di nuovi investimenti.

Le attività di due diligence legale e di stesura della documentazione contrattuale sono state svolte da Legance Avvocati Associati, in qualità di “project counsel”, mentre quelle relative alla due diligence tecnico-tariffaria e regolatoria da Agenia srl, in qualità di “technical advisor”.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: