MPS: trimestrale conferma “crisi”, CET1 transitional in forte calo

Monte dei Paschi: perdita di 169 milioni nel primo trimestre e rettifiche per 308 milioni

di , pubblicato il
Monte dei Paschi: perdita di 169 milioni nel primo trimestre e rettifiche per 308 milioni

Ieri sera Monte dei Paschi ha presentato la trimestrale. Quella che un tempo era la terza banca italiana e che ora è invece alle prese con una forte crisi e un piano di salvataggio non semplice, ha mandato in archivio i primi tre mesi del 2017 un margine di intermediazione attestato a quota 933,2 milioni di euro, il 21,3% in meno su base annua.

La forte contrazione è da imputare a una diminuzione sia del margine di interesse, su cui ha impattato l’andamento negativo degli attivi fruttiferi, che delle commissioni che hanno dovuto fare i conti con il costo per la garanzia sulle emissioni obbligazionarie governative.

Variazione negativa anche per i costi operativi la cui riduzione ha portato il risultato operativo lordo del trimestre a 305,6 milioni di euro (-43,4% a/a). Segno meno anche per le rettifiche su crediti che sono state pari a 308,2 milioni di euro. Questa dinamica ha permesso ad Mps di ottenere il pareggio a livello gestionale, con un risultato operativo netto positivo per 2,4 milioni di euro. A livello bottom line, comunque, Mps ha registrato una perdita di 169,2 milioni di euro, contro l’utile di 93,1 milioni del primo trimestre 2016. Sul fronte patrimoniale, il Cet 1 su base transitional di Monte dei Paschi si è attestato al 6,5%, in calo rispetto al 8,2% del dicembre 2016 e all’11,7% del marzo 2016.

Argomenti: , ,