MPS prova a ripartire: mercati più freddi dopo recenti paure

Secondo alcune indiscrezioni di stampa i margini per una ridefinizione dell'accordo su MPS sono molto stretti

di Enzo Lecci, pubblicato il
Secondo alcune indiscrezioni di stampa i margini per una ridefinizione dell'accordo su MPS sono molto stretti

Dietro al +1,4% che Monte dei Paschi sta segnando oggi a Piazza Affari c’è non solo un effetto del restringimento dello spread Btp Bund ma anche una maggiore freddezza dopo i timori suscitati dalle recenti parole del responsabile economia della Lega, Borghi, sulle intenzioni del nuovo governo Lega-5 Stelle in relazione alla banca toscana MPS in profondo rosso: parole di Borghi “terrorizzano” il mercato).

Secondo un lungo approfondimento apparso su Milano Finanza, i margini a disposizione della nuova maggioranza di Governo per rivedere il piano di rilancio di Monte dei Paschi sarebbero “strettissimi”. Milano Finanza ritiene che “l’idea ad esempio di rinegoziare l’accordo di ristrutturazione per prolungare sine die la presenza dello Stato nel capitale o ammorbidire il taglio dei costi appare di difficile realizzazione”.

Milano Finanza, però, lascia aperta una possibilità laddove afferma che non è da escludere totalmente che l’accordo raggiunto nel luglio scorso tra Roma e Bruxelles possa essere parzialmente rivisto. A tal riguardo il quotidiano finanziario riporta le parole di un consulente già addetto all’accordo, sostenendo che “da un lato la DgComp può riaprire la trattativa nel caso in cui gli obiettivi concordati non vengano raggiunti, mentre dall’altro lato il Tesoro può teoricamente chiedere una revisione dei target nel caso in cui il quadro macroeconomico o i risultati di bilancio si discostino sensibilmente dalle previsioni”.

Argomenti: col_Rullo, Monte Paschi Siena

I commenti sono chiusi.