MPS: perfezionata con Quaestio cessione 95% junior notes di nominali 565 mln

Gli impatti economici della cartolarizzazione e del deconsolidamento sono stati già contabilizzati nell’esercizio 2017

di Enzo Lecci, pubblicato il
Gli impatti economici della cartolarizzazione e del deconsolidamento sono stati già contabilizzati nell’esercizio 2017

Monte dei Paschi ha reso noto di aver perfezionato con Quaestio Capital SGR (per conto di Italian Recovery Fund) la cessione del 95% delle junior notes di nominali 565 milioni di euro, relative alla cartolarizzazione del portafoglio di sofferenze della banca. Grazie all’operazione Monte dei Paschi ha raggiunto gli obiettivi previsti dagli accordi sottoscritti con Quaestio Capital SGR il 26 giugno 2017, che prevedevano l’acquisizione da parte di quest’ultimo delle tranches mezzanine e junior della cartolarizzazione del portafoglio di sofferenze della banca senese entro il 30 giugno. La cessione delle junior notes, in aggiunta a quella delle mezzanine notes e alla totale esternalizzazione delle attività di recupero del portafoglio, determina il deconsolidamento del portafoglio cartolarizzato, per un valore lordo pari a circa 24,1 miliardi di euro (valore netto di 4,3 miliardi). Nel comunicato stampa Monte dei Paschi ha ricordato che gli impatti economici della cartolarizzazione e del deconsolidamento sono stati già contabilizzati nell’esercizio 2017.

Nonostante questo importante aggiornamento, Monte dei Paschi a Piazza Affari si muove oggi sulla parità.

Argomenti: Monte Paschi Siena