MPS nel mirino di Passera, pronto un piano di salvataggio alternativo?

di , pubblicato il
Passera prova a coinvolgere altri investitori sul suo progetto di salvataggio di Monte dei Paschi ma la strada è in salita

Corrado Passera non ha alcuna intenzione di fare un passo indietro sulla sua idea di salvataggio di Monte dei Paschi. L’ex numero uno di Poste Italiane e di Intesa Sanpaolo nonchè ex ministro dello Sviluppo Economico all’epoca dell’esecutivo Monti, starebbe infatti definendo una articolata proposta per salvare Mps. A rilanciare questa ipotesi, di cui ci eravamo già occupati sulle colonne di InvestireOggi, è stato un articolo di Milano Finanza. Secondo il quotidiano finanziario, Passera potrebbe presto proporre all’autorità di vigilanza un piano decisamente più elaborato rispetto a quello che lo stesso manager aveva già presentato a luglio senza risultati concreti. Il nuovo piano, scrive Milano Finanza, potrebbe essere di un livello superiore visto che l’ex ministro starebbe cercando consensi e appoggi da parte di investitori istituzionali. L’obiettivo di Passera è quello di allargare il team di offerenti in modo tale da potersela giocare fino in fondo con una offerta più solida.

I tempi per l’uscita allo scoperto del piano Passera su Monte dei Paschi non sono però brevi. Secondo molti analisti, infatti, è praticamente impossibile che il board della banca toscana ascolti il progetto del manager prima del 24 ottobre (data di presentazione del nuovo piano industriale).

La partita dell’ex ministro, quindi, con o senza nuovi investitori di supporto, appare tutta in salita.

Monte dei Paschi, intanto, sta segnando a Piazza Affari una progressione dell’1,92% contro un Ftse Mib in calo dell’1,4%.

Argomenti: , ,