MpS, Ghizzoni smentisce “swap” azioni con Fondazione

di , pubblicato il

Ghizzoni smentisce swap azioni con SienaL’amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni, ha smentito che vi sia in corso uno scambio di azioni tra le Fondazioni azioniste di Piazza Cordusio e la Fondazione MpS. In ogni caso, ha aggiunto il manager, non ci sarebbero grossi problemi, se lo scambio riguardasse lo 0,3% di Unicredit, come si parla in queste ore. Al contempo, Ghizzoni ha auspicato una soluzione che porti alla ricapitalizzazione di Siena.

Ieri, infatti, si erano diffuse alcune voci, per cui la Fondazione MpS, in assenza di investitori disposti a rilevare almeno parte della sua quota pre-aumento, starebbe contrattando con le altre Fondazioni azioniste di diversi istituti italiani un’operazione di swap di azioni. 

Stando all’indicazione arrivata dallo stesso Ghizzoni, che ha parlato di uno 0,3% dei titoli Unicredit, pur smentendo, la sola operazione tra Siena e Piazza Cordusio varrebbe intorno ai 90 milioni di euro (Unicredit capitalizza quasi 30 miliardi a Piazza Affari), ossia intorno al 5% di MpS. 

Secondo le indiscrezioni, tutte da verificare, una simile trattativa riguarderebbe anche le Fondazioni a capo di Intesa.

 

Argomenti: