MPS crolla: obiettivi banca “da ridefinire” secondo bozza Lega M5S

Il contratto Di Maio-Salvini fa paura agli azionisti Monte dei Paschi e scattano le vendite massicce sul titolo

di Enzo Lecci, pubblicato il
Il contratto Di Maio-Salvini fa paura agli azionisti Monte dei Paschi e scattano le vendite massicce sul titolo

Sell off sulle azioni Monte dei Paschi. Il titolo della banca toscana sta letteralmente affondando (-6,5% la variazione rispetto a ieri), in scia al dibattito che si è accesso tra gli investitori in merito ai contenuti presenti nella bozza del contratto di governo Di Maio-Salvini e riguardanti proprio la banca toscana.

Nel contratto, paragrafo dedicato alla Tutela del Risparmio, si può leggere: “Con riferimento alla banca Monte dei Paschi lo Stato azionista deve provvedere alla ridefinizione della mission e degli obiettivi dell’istituto di credito in un’ottica di servizio”. Ricordiamo che, a seguito del recente salvataggio, il ministero delle Finanze è titolare del 68% circa del capitale di Mps. Secondo  alcuni analisti il riferimento alla banca toscana nel contratto di governo, per quanto criptico, potrebbe significare che i quattro pilastri del piano di ristrutturazione dell’istituto ossia focus sulla banca commerciale, modello operativo rinnovato con attenzione all’efficienza, netto miglioramento della gestione del rischio di credito e rafforzamento di capitale e liquidità, possano non incontrare più il favore del nuovo esecutivo.

Argomenti: col_Rullo, Monte Paschi Siena