MPS: arriva il decreto per acquisto azioni rinvenienti dal bond subordinato 2018

Cresce la possibilità che si possa arrivare ad una proroga per il rinnovo del board di Monte dei Paschi

di , pubblicato il
Cresce la possibilità che si possa arrivare ad una proroga per il rinnovo del board di Monte dei Paschi

Ieri 30 ottobre è stato pubblicato il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze relativo all’acquisto da parte dello stesso Mef delle azioni di Banca Monte dei Paschi di Siena oggetto dell’offerta pubblica volontaria parziale di scambio e transazione, rivolta ai titolari delle azioni ordinarie della banca toscana con codice ISIN IT0005276776, rivenienti dalla conversione del prestito obbligazionario subordinato “€2.160.

558.000 Tasso variabile Subordinato Upper Tier II 2008 – 2018” (con codice ISIN IT0004352586). Ricordiamo che il periodo di adesione all’offerta inizierà oggi, 31 ottobre, alle 8:30 e terminerà alle ore 16.30 del 20 novembre 2017. Il regolamento dell’offerta sarà pubblicato il 24 novembre 2017.

La pubblicazione del decreto per risarcire i risparmiatori Monte dei Paschi titolari delle azioni rivenienti dalla conversione dell’obbligazione subordinata 2018 per quanto importante, non chiude il cantiere Mps. Secondo Il Sole 24 Ore, infatti, ci sono ancora molte questioni insolute. In particolare il quotidiano di Confindustria pone l’accento sulla riforma dello statuto della banca toscana e sul rinnovo del consiglio di amministrazione. I due passaggi, che arriveranno tramite un’assemblea straordinaria e una ordinaria, si terranno contestualmente il prossimo 19 dicembre. Rispetto a quelle che erano le tempistiche iniziali, l’appuntamento è slittato in avanti di alcuni mesi. Arrivati a questo punto tra Banca d’Italia, Bce e il Tesoro ci sarebbe chi ritiene inevitabile aspettare la scadenza naturale fino a marzo-aprile prossimi prima di mettere mano a questi nodi.

Argomenti: , ,