MPS sotto attacco speculativo: la salvezza arriverà dal Fondo Atlante?

di , pubblicato il
MPS

Le sofferenze bancarie stanno mettendo con le spalle al muro Monte dei Paschi con la quotata senese che, dopo la traumatica seduta di ieri (MPS nel baratro: ultimatum BCE fa crollare il titolo. Fare presto con i crediti deteriorati) anche oggi sta registrando un calo del 7%. E’ significativo notare che, a differenza di quello che è avvenuto ieri, oggi Monte dei Paschi rappresenta quasi una eccezione in un contesto generale che vede il settore bancario provare il recupero dopo i recenti forti ribassi. L’impressione che si ha, dopo circa 30 minuti dall’avvio delle contrattazioni, è che il fuoco della speculazione si sia concentrato tutto su Siena che, sul fronte dei crediti deteriorati, è una delle banche che presenta maggiori criticità.

La lettera della BCE di cui si è avuta notizia ieri, ha dato le misure di quello che sta avvenendo e non è quindi un caso che oggi la sensazione che si respira tra gli addetti ai lavori è quella dell’urgenza. “Fare presto” sembra essere diventata la parola d’ordine di tutti gli addetti ai lavori.

 

Fondo Atlante MPS: pronto un intervento?

E’ in questo contesto che vanno lette le ultime indiscrezioni in merito al possibile intervento del Fondo Atlante. Secondo Il Messaggero, il Ministero del Tesoro, potrebbe spingere il fondo Atlante ad investire la liquidità residua, che, dopo le operazioni Popolare di Vicenza e Veneto Banca, è attualmente pari a 1,7 mld, ad acquistare al 40% uno stock di crediti dubbi per un controvalore lordo pari a circa 10 miliardi di euro.

L’obiettivo è ambizioso e i numeri rivelano quella che è la reale entità del problema crediti deteriorati per Monte dei Paschi. Sempre stando ai rumors di stampa, il Tesoro starebbe pensando alla creazione di un nuovo fondo, parallelo ad Atlante.

In questo nuovo progetto sarebbero coinvolti i fondi Fortress, Lone Star, Apollo e probabilmente Fonspa. Il nuovo fondo dovrebbe gestire gli 89 miliardi netti di NPL che sono detenuti dalle banche. Questo nuovo fondo, a differenza di Atlante, essendo privato non avrebbe necessità di alcuna autorizzazione da parte della BCE.

Argomenti: , , ,