Modifiche target deficit PIL non scaldano il Ftse Mib: Pirelli e Recordati a picco

Unipol e UnipolSAI scattano in vetta al Ftse Mib ma il clima a Piazza Affari continua ad essere molto teso

di Enzo Lecci, pubblicato il
Unipol e UnipolSAI scattano in vetta al Ftse Mib ma il clima a Piazza Affari continua ad essere molto teso

Nessun effetto positivo su Piazza Affari dalla decisione del governo di rivedere al ribasso il target sul deficit Pil per i prossimi anni. La mossa dell’esecutivo, studiata per cercare di alleggerire la tensione con l’Europa, non ha quindi sortito l’effetto sperato. Il governo, in una riunione di ieri sera, aveva deciso di tagliare il target sul deficit Pil per il 2020 e quello per il 2021 confermando al 2,4% l’obiettivo per il prossimo anno. Il paniere di riferimento di Piazza Affari, dopo circa mezzora dall’avvio degli scambi, sta segnando una flessione dello 0,6%. Tra i titoli che maggiormente impattano sull’andamento delle contrattazioni ci sono Pirelli e Recordati con la prima che perde il 4,65% e la seconda in calo del 2%. Sul fronte opposto, ossia tra le quotate in rialzo, segnaliamo Unipol e UnipolSai entrambe con una progressione dello 0,25% circa.

Argomenti: Borsa Milano