Milano Assicurazioni: o fusione con Unipol Sai o un futuro da “cenerentola”

Via libera dell'assemblea al bilancio 2012 di Milano Assicurazioni

di , pubblicato il

Duro intervento dell’ad di Unipol Carlo Cimbri che, nel corso dell’assemblea degli azionisti di Milano Assicurazioni, non ha usato mezze misure per inquadrare quelle che sono le prospettive future della piccola compagnia assicurativa.

Cimbri, durante il suo intervento, ha chiarito che nel caso in cui Milano Assicurazioni decidesse di tenersi fuori dell’operazione che dovrebbe portare alla fusione Fondiaria Sai Unipol e alla nascita della nuova Unipol Sai, allora il futuro della “piccola della classe” sarebbe quello di una cenerentola del settore, senza alcuna prospettiva “di sviluppo strategico’.

Un’eventuale bocciatura da parte degli azionisti risparmio di Milano Assicurazioni, farebbe della società “una compagnia ‘stand alone ma con una dimensione ridotta, perche’ il fatturato post-cessione scenderebbe a un miliardo di euro” ha affermato Cimbri.

Al termine dell’intervento di Cimbri, l’assemblea di Milano Assicurazioni ha approvato all’unanimità il bilancio d’esercizio 2012 della compagnia. Alla riunione era presente il 67,52% del capitale ordinario.

 

Argomenti: ,