Migliori e peggiori a Piazza Affari nel 2013: ecco la classifica Consob

di , pubblicato il

top flop borsaIl bollettino statistico della Consob, pubblicato nel mese di marzo, ci fornisce una chiara indicazione di quali titoli nel 2013 abbiano prodotto rendimenti in linea, al di sopra o al di sotto del mercato a Piazza Affari. Le buone notizie arrivano, in particolare, dal settore assicurativo, che è riuscito a piazzare 4 tra i primi cinque titoli a maggiore rendimento nell’esercizio scorso.

Al primo posto, infatti, figura Milano Assicurazioni, che ha reso ben il 204%, considerando o meno il dividendo. A seguire troviamo le azioni di risparmio di Fondiaria Sai, per un rendimento del 200,4%, anch’esso indifferentemente dal dividendo (nullo). Terzo posto spetta a Txt, titolo del comparto tecnologico, che ha reso il 199,8%, pari al 186,2%, se escludiamo il dividendo.

Con il quarto posto torniamo al settore assicurativo con Unipol, il cui rendimento è stato del 190,6%, pari al 180,9% senza il dividendo. Quinta posizione per le azioni privilegiate Unipol, rendimento del 181,8% e del 169,3% senza il dividendo.

Più variegato il quadro delle società con la peggiore performance. La quintultima per rendimento è stata Industria e Innovazione, -58,3%, considerando con e senza dividendo. Peggio ha fatto Seat Pagine Gialle, che ha reso negativamente per il 62,6%. Screen Service ha mostrato un rendimento del -62,8%, mentre Banca Popolare Etruria e Lazio uno del 65,5%. La maglia nera per la peggiore performance spetta, però, a Rcs, le cui azioni sono crollate in borsa del 69,5%.

Banche e assicurazioni rientrano anche nella cinquina delle società a maggiore capitalizzazione a Piazza Affari. Nel 2013, Eni si è confermata al primo posto con 63,7 miliardi di euro, pesando il 14,6% dell’intera borsa italiana, cresciuta a 436 miliardi complessivi. Seguono Unicredit con 31,2 miliardi, Enel con 29,8, Intesa Sanpaolo con 29,2 e Generali con 26,6.

 

Argomenti: ,