'Microsoft acquista i cellulari Nokia: i numeri della mega operazione - InvestireOggi.it

Microsoft acquista i cellulari Nokia: i numeri della mega operazione

di , pubblicato il

Nokia MicrosoftLa storica azienda finlandese Nokia ha reso noto di aver raggiunto un accordo con Microsoft, in base al quale il colosso Usa acquisterà i cellulari Nokia, compreso il prestigioso brand Lumia, per 5,44 miliardi di euro. Nello specifico l’oggetto dell’accordo riguarda l’uso dei servizi mappe di Nokia, l’attività “devices and services” e la licenza dei brevetti del colosso finlandese.

 

Microsoft acquista Nokia: 32000 dipendenti pronti a cambiare casacca

L’acquisizione di Nokia da parte di Microsoft non sarà però solo una questione di “marchi”. In base ai termini dell’intesa, infatti, 32000 dipendenti passeranno all’azienda Usa, compresi le 4.700 unità che lavorano in Finlandia e le 18.300 unità prestano servizio nel settore della produzione manifatturiera, dell’assemblaggio e del packaging.

Venendo alla parte economica dell’accordo, Microsoft sborserà 3,79 miliardi di euro per mettere le mani sulla divisione “devices and services” di Nokia e 1,65 miliardi di euro per accaparrarsi la licenza dei brevetti. Il pezzo forte dell’accordo di acquisizione è la cessione all’azienda Usa della divisione Nokia Smart Devices, incluso il marchio Lumia, e della divisione Mobile Phones della casa finnica. In base ai termini dell’intesa Nokia continuerà ad avere e gestire il marchio Nokia, mantenendo il proprio portafoglio brevetti e garantendo a Microsoft una licenza di 10 anni sui suoi brevetti. In cambio Microsoft renderà disponibile per Nokia un finanziamento da 1,5 miliardi di euro in tre tranche da 500 milioni di euro di obbligazioni convertibili.

L’acquisizione dei cellulari Nokia da parte di Microsoft è subordinata al via libera delle autorità di regolamentazione e degli azionisti di Nokia. L’ad di Microsoft Steve Ballmer ha affermato che l’operazione ” è un passo nel futuro, vantaggioso per i dipendenti, gli azionisti e i clienti di ambedue le società”.

Vedremo cosa ne pensano le borse all’avvio delle contrattazioni.

 

Argomenti: , ,