Mercati: utilities (+2,06%) e banche (+1,16%) in rialzo grazie allo spread in discesa

Senza sosta il rally al ribasso dello Spread, che intorno alle 11:35 si trova intorno ai 212 punti base punti base, ed il decennale italiano con un rendimento dell'1,73%. A beneficiarne sono in primis il settore delle Utilities, molto indebitate, con il relativo indice in rialzo del 2,06% a quota 34.744 punti, mentre il Ftse Italia Banche è in crescita dell'1,16% a quota 7.853 punti.

di , pubblicato il
Senza sosta il rally al ribasso dello Spread, che intorno alle 11:35 si trova intorno ai 212 punti base punti base, ed il decennale italiano con un rendimento dell'1,73%. A beneficiarne sono in primis il settore delle Utilities, molto indebitate, con il relativo indice in rialzo del 2,06% a quota 34.744 punti, mentre il Ftse Italia Banche è in crescita dell'1,16% a quota 7.853 punti.

Senza sosta il rally al ribasso dello Spread, che intorno alle 11:35 si trova intorno ai 212 punti base punti base, ed il decennale italiano con un rendimento dell’1,73%. A beneficiarne sono in primis il settore delle Utilities, molto indebitate, con il relativo indice in rialzo del 2,06% a quota 34.744 punti, mentre il Ftse Italia Banche è in crescita dell’1,16% a quota 7.853 punti.

Fra le Utilities con performance migliori troviamo Snam al +2,13% con un prezzo di 4,56 eruo, Enel al +2,24% con un prezzo di 6,4 Euro, Terna che cresce dell’1,94% ad un prezzo di 5,876 euro, Hera che sale dell’1,81% con un prezzi di 5,866 euro, Italgas che aumenta dell’1,36% ad un prezzo intorno ai 6,11 euro e A2A che avanza dell’1,25% ad un prezzo di 1,577 euro.

Fra i bancari migliori vi sono Intesa SP in rialzo dell’1,17% ad un prezzo di 1,907 euro, mediobanca in rialzo dell’1,63% a 9,2 euro, Fineco al +2,02% con un prezzo di 10,11 euro e Unicredit in rialzo dello 0,83% con un prezzo di 10,628 euro.

 

Argomenti:

I commenti sono chiusi.