Mercati: inizio di seduta sotto la parità per i listini europei, con focus sui dati delle PMI di aprie

Avvio di giornata in lieve ribasso per le piazze finanziarie europee, con la cautela che prevale tra gli operatori in attesa della pubblicazione dei dati sulle pmi del mese di aprile e dell'inizio delle feste di pasqua.

di , pubblicato il
Avvio di giornata in lieve ribasso per le piazze finanziarie europee, con la cautela che prevale tra gli operatori in attesa della pubblicazione dei dati sulle pmi del mese di aprile e dell'inizio delle feste di pasqua.

Avvio di giornata in lieve ribasso per le piazze finanziarie europee, con la cautela che prevale tra gli operatori in attesa della pubblicazione dei dati sulle pmi del mese di aprile e dell’inizio delle feste di pasqua; ciò è stato supportato anche dai ribassi dei listini statunitensi e Giapponesi.

Dunque sul fronte macro, in Europa, sono attesi i dati sulle pmi della Francia ( ore 9:15), della germania (ore 9:30) e quello composito della zona euro (ore 10:00).

In base ai valori dei suddetti indici gli operatori formuleranno opinioni circa il fatto se il raffreddamento dell’economia possa considerarsi finito oppure debba proseguire. Da ricordare anche gli ordini dell’industria in Italia, la bilancia commerciale della zona euro (entrambi in Italia) e le richieste settimanali di sussidi negli USA.

Quanto alla guerra commerciale USA-Cina le trattative continuano con la formulazione di possibili sentieri da percorrere a livello diplomatico per trovare un accordo: il rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Robert Lighthizer andrebbe a Pechino verso la fine di aprile mentre il vice premier cinese Liu He si recherebbe a Washington nei primi sette giorni di maggio.

Intorno alle 9:15  il Ftse Mib segna un ribasso dello 0,14% a quota 21978,50 punti, il Ftse 100 apre segnando un lievissimo ribasso dello 0,05%, il Dax risulta in rosso dello 0,14%, il Cac 40 sulla stessa scia registra un -0,19%% e l’Ibex 35 staziona intorno alla parità. A Piazza Affari si distingue Saipem ,che segna un rialzo del 2,10% ad un prezzo di 4,69 € dopo i conti del primo trimestre che hanno battuto le attese sul fatturato; sotto la lente anche Bper banca, in rialzo del 2,65% toccando un prezzo di 4,14 €, dopo che Fitch ha confermato i rating di breve e lungo termine a BB e rispettivamente B con Outlook positivo.

Sul fronte obbligazionario, sempre intorno alle 9:15, lo spread Btp-Bund si aggira stabile intorno a quota 254 punti base, con il rendimento del decennale al 2,61%.

Argomenti: , , , , ,

I commenti sono chiusi.