Mercati: avvio negativo per borse Ue e Piazza Affari

di , pubblicato il
Avvio negativo per piazza affari e borse Ue, domina la cautela in un clima geopolitico incerto ed in attesa di Powell.

Avvio negativo per piazza affari e borse Ue, domina la cautela in un clima geopolitico incerto ed in attesa di Powell.

Rapporti geopolitici e commerciali

Oggi è previsto l’incontro fra il capo negoziatore per la brexit Michel Barnier e il ministro leader dell’opposizione britannica Stephen Barclay. Il primo avrebbe preso in considerazione la proposta del ministro inglese per una ripresa dei negoziati, dicendo alla stampa che “qualcosa deve muoversi sul versante britannico” anche se non intende immischiarsi in questioni politiche interne. Il capo negoziatore ed altri funzionari europei avrebberero infatti definito interessante “nel tono e nella sostanza” una lettera scritta la settimana scorsa dal laburista inglese a Theresa May, in cui si chiede una unione doganale permanente.

Atteso inoltre il discorso di Powell di domani per avere qualche aggiornamento sulla possibilità del taglio di almeno lo 0,25% -e non più dello 0,5%- sui tassi americani previsto per il 30 e 31 luglio.

Altra notizia che ha scosso i mercati è stato l’annuncio dell’Iran di voler ulteriormente arricchire il suo uranio, allontanandosi così dai termini dell’accordo internazionale sul nucleare.

In Italia è inoltre prevista per oggi la riunione dell’Ecofin.

Infine questa settimana dovrebbero ripartire i colloqui telefonici tra i negoziatori  cinesi e americani per tentare di riniziare le trattative tra Washington e Pechino. Se i colloqui telefonici avessero esito positivo le controparti potrebbero incontrarsi faccia a faccia in futuro

Indicazioni macro

Il tasso di disoccupazione Svizzero a giugno si attesta al 2,1%, inferiore alle attese al 2,2% e alla precedente rilevazione del 2,3%. Anche la disoccupazione destagionalizzata che si attesta al 2,3% risulta lievemente inferiore alle attese, peraltro uguali alla precedente rilevazione, del 2,4%.

A seguire è prevista un’agenda povera di indicazioni importanti.

Si ricordano le vendite al dettaglio in Italia a maggio (ore 10:00), il rapporto sull’ottimismo delle piccole imprese negli USA a giugno (ore 12:00) e, per il Canada  nuovi cantieri edili residenziali a giugno (ore 14:15) e i permessi di costruzione a maggio (ore 14:30). Infine vi sono i nuovi lavori JOLTS a maggio negli Stati Uniti a maggio (ore 16:00).

Mercati

Chiusura negativa ieri a Wall Street, con il Dow Jones che ha terminato in rosso dello 0,43%, lo S&P500 che ha perso lo 0,48% ed il Nasdaq che è arretrato dello 0,78%.

Deboli le borse asiatiche, in attesa di capire l’orientamento della Fed. Tokio ha chiuso quasi sulla parità al +0,07% mentre Shangai e Hong Kong si apprestano a terminare la seduta rispettivamente in rosso dello 0,18% e dello 0,8%.

Intorno alle 9:15 il Ftse Mib risulta poco sopra la parità a quota 21988 punti, il Dax è in rosso dello 0,72%, il Cac 40 registra una ribbasso dello 0,24%, l’Ibex 35 scende dello 0,21% ed il Ftse 100 risulta in negativo dello 0,12%.

Sul fronte obbligazionario, sempre intorno alle 9:15, lo spread Btp-Bund risale intorno ad un valore di 215 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,78%.

 

 

Argomenti: , , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.