Mediobanca: nel piano 2019-2023 €2,5 miliardi agli azionisti

di , pubblicato il
Al 2023 ricavi a 3 mld, EPS a €1,1 mld (entrambi con CAGR del 4%) e €2,5 mld agli azionisti (€1,9 mld di dividendi e €0,3-0,6 mld per buyback delle azioni e cancellazione delle stesse)

Dati gli ottimi risultati conseguiti nel precedente triennio il CDA di Mediobanca ha approvato le linee guida del Piano 2019-2023.

In particolare il board attende un percorso sostenuto riguardo la crescita di ricavi, utili, remunerazione
degli azionisti e soddisfazione di tutti gli stakeholders, preservando un profilo di rischio/rendimento tra i migliori in Europa.

A seguire i target economico-finanziari.

Al 2023 il ricavi dovrebbero toccare i 3 miliardi e l’utile per azione salirebbe da 0,93 a 1,1 euro, entrambi con un tasso medio annuo composto di crescita (CAGR) del 4%. La crescita del Return On Tangible Asset (ROTE) dovrebbe salire dal 10% all’11%.

Nel quadriennio 2020-2023 i vertici hanno intenzione di distribuire 2,5 miliardi agli azionisti (+50% rispetto a quanto distribuito nel quadriennio 2016-2019). Specificatamente:

  • il dividendo unitario crescerà del 10% nel 2020 (a €0,52 per azione) e successivamente del 5% ogni anno (fino a €0,60 nel 2023), totalizzando nel quadriennio 1,9 miliardi di dividendi distribuiti;
  • è previsto il riacquisto di azioni proprie con cancellazione delle stesse (fino al 2% del capitale per anno) per un controvalore complessivo nel range 0,3-0,6 miliardi, al fine di stabilizzare il CET1 phase-in al 13,5% annuo.

Sul fronte M&A Il Gruppo intende proseguire nella propria espansione anche tramite acquisizioni, considerando target di interesse aziende che possano accelerare il processo di crescita nelle aree di attività caratteristiche del Gruppo Mediobanca con preferenza per i business a basso assorbimento di capitale ed elevato contenuto commissionale. Si darà inoltre attenzione alla compatibilità culturale ed all’approccio etico al business.

Argomenti: ,