Marr, Cremonini si alleggerisce e il titolo crolla

Con una accelerated book building Cremonini riduce la qua quota in Marr

di Enzo Lecci, pubblicato il

Seduta da dimenticare per Marr a Piazza Affari. La quotata a circa un’ora e mezza dall’avvio delle contrattazioni sta lasciando sul terreno oltre 7 punti percentuali. La raffica di vendite che sta affondando Marr è stata provocata dalla mossa di Cremonini che  5.500.000 azioni ordinarie MARR ossia il 8,27% del capitale sociale di MARR, per un valore pari a Euro 46.750.000.

L’operazione è stata effettuata attraverso una procedura di accelerated book building riservata a investitori istituzionali e si è chiusa a un prezzo di Euro 8,5 per azione. Il regolamento dell’operazione (consegna dei titoli e pagamento del corrispettivo) avverrà in data 26 marzo 2013.

Alla luce dell’operazione Cremonini continua a mantenere il controllo di MARR, detenendo circa il 50,57% del capitale sociale e circa il 51,12% dei diritti di voto di MARR.

Argomenti: Borsa Milano, Marr

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.