Luxottica in rosso, l’ad Guerra nel governo Renzi?

Luxottica risente della debolezza del comparto lusso ma soprattutto delle voci su una possibile nomina di Andrea Guerra a ministro dello Sviluppo Economico nel governo Renzi

di Enzo Lecci, pubblicato il

Andrea Guerra LuxotticaLuxottica si tinge di rosso a Piazza Affari. La quotata del comparto lusso, a un’ora e mezza dall’avvio delle contrattazioni, sta lasciando sul terreno l’1,1%. Vari i motivi alla base del ribasso. Sicuramente Luxottica segue il destino delle azioni maggiormente esposte al dollaro come Autogrill o World Duty Free che oggi sembrano essere particolarmente deboli. Altro motivo alla base del rosso del colosso dell’occhiale è da individuare nell’estrema timidezza che le quotate del settore lusso stanno mostrando nella seduta odierna. I numeri su questo punto parlano abbastanza chiaramente:  con Ferragamo che lascia sul terreno lo 0,1% e Tod’s e Yoox in progressione di un modestissimo 0,1%. 

Ma c’è anche un terzo fattore che spinge alle vendite su Luxottica. Secondo alcune indiscrezioni di stampa l’amministratore delegato Andrea Guerra potrebbe passare in politica con il nuovo governo di Matteo Renzi. A Guerra andrebbe il ministero dello Sviluppo Economico.

Argomenti: Borsa Milano, Luxottica