La Cina fa bene al Lusso italiano: dazi giù e titoli esuberanti

Pioggia di vendite sui titoli del comparto lusso dopo la decisione della Cina di provare a rilanciare i consumi interni tagliando i dazi sull'import di molti bene di lusso

di , pubblicato il

settore lusso Borsa MilanoLa decisione della Cina di procedere con il taglio dei dazi sull’import di alcuni beni del comparto lusso (non solo abbigliamento ma anche calzaturiero), sta lanciando le quotate italiane del comparto con Tod’s che avanza dell’1,80%, Salvatore Ferragamo in progressione del 3,20% e Luxottica che mette in cassaforte un buon +2%. Secondo alcuni analisti la mossa del governo cinese punta a favorire il rilancio dei consumi interni per cercare di ridare fiato alla crescita economica.

 

Pil Cina: previsioni decisamente deboli sul 2015

 

Nel 2015, infatti, il Prodotto Interno Lordo del colosso asiatico dovrebbe salire di appena il 7%. Per l’economia cinese si tratterebbe della crescita più contenuta negli ultimi 25 anni.

Argomenti: ,