Italia: disoccupazione gennaio 11,7%, 38,7% quella giovanile

Allarme disoccupazione in Italia. Sensibile incremento dei disoccupati da dicembre a gennaio. Penalizzati i giovani, sempre di più a cercare lavoro

di Carlo Robino, pubblicato il

Il dato preliminare fornito dall’Istat sul tasso di disoccupazione in Italia nel mese di gennaio delude tutti gli analisti. A fronte di una previsione di un tasso invariato rispetto a dicembre (11,3%) invece la disoccupazione nel primo mese di questo 2013 è aumentata di 4 decimi percentuali (11,7%). Il livello di senza lavoro a gennaio è il più alto di sempre e rispetto allo stesso mese nel 2012 è in crescita del 2,1%. I disoccupati a gennaio 2013 erano 2,999 milioni, dopo aver toccato quota 2,744 milioni gia’ nella media 2012, il livello massimo dal 1993, mentre nel 2011 erano stati 2,108 milioni. Il tasso di disoccupazione nella fascia di età 15-24 anni, ovvero l’incidenza dei giovani disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca di lavoro, sale al 38,7%, anche in questo caso il più alto mai rilevato da Istat. Colpisce che rispetto a dicembre l’aumento è stato di 1,6 punti percentuali e di ben 6,4 punti rispetto a gennaio 2012. 

 

 

Argomenti: Appuntamenti Macro