IPO Moncler, oggi scade l’offerta pubblica. Ipotesi sorteggio

di , pubblicato il

Ipo MonclerTutti in fila per comprare un pezzo di Moncler, la società che produce abbigliamento sportivo e casual, famosa, in particolare, per i suoi piumini. Oggi è l’ultimo giorno dell’IPO, ma già ieri si parlava di una sottoscrizione di venti volte superiore alle azioni poste sul mercato. Numeri impressionanti, tanto che in vista del primo giorno di quotazione a Piazza Affari, che sarà il 16 dicembre, si potrebbe arrivare al sorteggio, per decidere chi potrà possedere i titoli sottoscritti.

 

Quotazione Monlcer, perchè tutti la vogliono?

Numerosi gli investitori del lusso, ma anche al di fuori del comparto moda. Tra i sottoscrittori ci sono i francesi di Lvhm, vero “boss” della moda mondiale, gli spagnoli di Zara, ma forse anche Ferragamo, Ortega e si dice qualche emiro del Qatar.

Le ragioni per avere in portafoglio il titolo Moncler ci sono. Le due precedenti IPO a Piazza Affari dello stesso segmento, ossia Salvatore Ferragamo e Bruno Cucinelli, hanno esitato risultati a dir poco entusiasmanti. L’offerta del primo ha riscontrato una domanda tre volte maggiore e il titolo ha archiviato gli esercizi 2012 e 2013 alla guida del listino, con un’impennata rispettivamente del 66% e del 68%. Molto bene anche Bruno Cucinelli, che nel giorno dello sbarco in borsa guadagnò il 37% rispetto al prezzo dell’IPO, grazie a una domanda 17 volte superiore all’offerta.

 

Numeri IPO Moncler

Le azioni Moncler in vendita sono 66,8 milioni, ma potrebbero crescere a 76,82 milioni, nel caso in cui fosse esercitata la “greenshoe”. Il prezzo previsto per l’IPO varia nel range di 8,75-10,20 euro, ma è evidente che, dato l’enorme successo riscontrato in questa fase, la quotazione dovrebbe avvenire ai massimi della forchetta o, addirittura, a un prezzo che potrebbe essere annunciato anche superiore.

La società sarebbe così valorizzata almeno 2,55 miliardi di euro.

Il 90% delle azioni sarà collocato presso investitori istituzionali e il lotto minimo di acquisto è di 500 azioni, ma che diventano 5000 per il lotto minimo maggiorato. 

L’amministratore delegato della società resta Remo Ruffini, che deterrà post-IPO una partecipazione superiore al 30% e con un lock-up di un anno.

Gli investitori attuali continueranno a detenere i due terzi delle azioni di Moncler, visto che la quotazione riguarda circa un terzo del capitale.

 

Argomenti: , ,