IPO Gamenet: range prezzo tra 8,7 e 11 euro

Nell'ambito dell'IPO di Gamenet è stato fissato l'intervallo di prezzo per la valorizzazione tra gli 8,7 e gli 11 euro

di , pubblicato il
Nell'ambito dell'IPO di Gamenet è stato fissato l'intervallo di prezzo per la valorizzazione tra gli 8,7 e gli 11 euro

Passo in avanti in vista della quotazione di Gamenet sul listino MTA di Borsa Italiana. Nell’ambito dell’operazione di Initial Public Offering (Ipo Gamenet), il prezzo indicativo delle azioni Gamenet è stato fissato nel range compreso tra 8,7 e 11 euro. Questo significa che la valorizzazione indicativa del capitale della società attiva nel settore dei giochi è compresa tra i 261 e i 330 milioni di euro.

Gamenet Group spa, società di giochi e scommesse, è controllata da Trilantic Capital Partners Europe e nel 2016 si è fusa con Intralot Italia.

Come si è avuto modo di precisare già, l’operazione consiste nella cessione di parte delle quote azionarie in portafoglio ai soci Tcp Lux Eurinvest sarl (con il 79,068%) e Intralot Italian Investments bv (con il 20%).

Ad agire in qualità di joint global coordinator e joint bookrunner saranno Banca Imi, Credit Suisse Securities e UniCredit Cib. Quest’ultima agisce anche in qualità di sponsor e Banca Akros è co-lead manager.

Ricordiamo che le stesse banche che sono coinvolte nell’Ipo di Gamenet facevano parte del gruppo di banche che avevano assistito la società nel luglio 2016 nel collocamento di un bond da 200 milioni di euro a scadenza 15 agosto 2021 e cedola 6% quotato alla Borsa del Lussemburgo.

Gamenet è uno dei maggiori operatori nel settore dei giochi regolamentati in Italia in termini di ricavi, pari a 537,5 milioni di euro a fine 2016. Il gruppo ha chiuso lo scorso esercizio con un Ebitda pro-forma di 75,3 milioni. Per quello che riguarda invece le stime sui prossimi esercizi, è previsto che il 2017 si chiuda con un Ebitda collocato nel range tra i 76-78,5 milioni di euro mentre il 2018 termini con un Ebitda nella forbice tra 80 e 88 milioni.

Argomenti: