IPO: 2017 è anno record, nel mondo 772 nuove quotazioni

E' quella cinese la borsa che ha visto il maggior numero di nuove quotazioni nel corso del primo semestre 2017

di , pubblicato il
E' quella cinese la borsa che ha visto il maggior numero di nuove quotazioni nel corso del primo semestre 2017

I numeri sulle Ipo avviate nella prima metà del 2017 sono impressionanti. Secondo il rapporto elaborato da Ernst & Young, nella prima parte dell’anno in corso ci sono state “772 nuove quotazioni per una raccolta complessiva di 83,4 miliardi di dollari”. I dati sulle nuove quotazioni e quelli sulla raccolta rappresentano dei veri e propri record. Secondo la società di consulenza, infatti, siamo ai livelli più alti degli ultimi dieci anni. Il forte aumento delle Ipo è evidente se si va a guardare a quelle che sono le indicazioni sulla prima metà del 2016. Rispetto al primo semestre 2016, infatti, il numero delle società sbarcate in Borsa è cresciuto del 70% mentre la raccolta complessiva ha addirittura registrato una progressione del 90%!

In questo contesto a fare la parte da leone è stata la borsa cinese. Secondo i dati elaborati da Ernst & Young, infatti, grazie al miglioramento del contesto macroeconomico, tantissime società si sono quotate sui vari listini della borsa della Cina. A livello settoriale, invece, il settore che si è mostrato più dinamico è stato quello tecnologico. Ben 114, infatti, sono state le operazioni realizzate da società tech “per un controvalore complessivo di 13,4 miliardi di dollari ossia il 16,2% del totale. L’Ipo più celebre fin qui realizzata nell’anno in corso è stata quella di Snap (valore di 3,4 miliardi di dollari). A tal riguardo, però, è sempre bene ricordare che Snap, dopo lo sbarco sul Nasdaq, ha rimediato una forte contrazione del suo valore.

Argomenti: , ,