Investire in azioni: SocGen consiglia Intesa e Ubi Banca. Ecco perchè

SocGen declassa Unicredit e aumenta il rating su Intesa Sanpaolo

di Enzo Lecci, pubblicato il

unicredit intesaIl settore bancario italiano è stato oggetto di un report ad hoc elaborato dagli analisti francesi di SocGen. Sotto esame sono finite le big del comparto ma anche le più importanti banche popolari. Nello specifico il rating di Banca Popolare di Milano è stato alzato da sell a hold con target price che passa da 0,37 euro a 0,50 euro (Banca Popolare di Milano: Societè Generale alza il Rating a Hold)

Decisamente buono anche il giudizio degli esperti francesi su Ubi Banca. In questo caso il rating passa da hold a buy (comprare) con target price che è stato rivisto da 5,05 euro a 7,5 euro. Secondo SocGen, Ubi Banca è il miglior veicolo per chi sceglie di investire in azioni puntando sugli istituti di piccole dimensioni (Ubi Banca: Societè Generale porta il Rating a Buy).

Rivisto al rialzo anche il giudizio su Intesa Sanpaolo (rating da hold a buy e target price da 1,8 euro a 2,5 euro). Tra le prime della classe, Intesa è decisamente preferita ad Unicredit il cui rating è stato invece declassato da buy a hold con prezzo obiettivo che resta immutato a 6,1 euro (Unicredit: Societè Generale abbassa il Rating a Hold, target price inalterato).

Per gli analisti francesi, Intesa Sanpaolo ha tutte le caratteristiche per sovraperformare i titoli delle altre grandi banche dei Paesi periferici. la limitata esposizione ai mercati emergenti, la base patrimoniale più solida e lo sconto relativo a cui scambia rispetto agli altri istituti francesi e alla stessa Unicredit sono tutti fattori che sarebbero in grado di fare la differenza.

 

Argomenti: Banca Popolare di Milano, Borsa Milano, col_Rullo, Intesa Sanpaolo, Ubi Banca, Unicredit