Investire in azioni con vittoria Trump: quattro titoli volano in Borsa

di , pubblicato il
Raffica di acquisti su Leonardo Finmeccanica e su Recordati dopo la vittoria di Trump alle elezioni americane. Ecco cosa spinge i verdi

In una Piazza Affari dominato dai segni negativi, spiccano quattro quotate tinte di verde. Si tratta di Recordati, di Leonardo Finmeccanica, di Tenaris e di Buzzi Unicem. La prima sta segnando una progressione del 2,64% mentre la seconda è in rialzo del 3,81%. L’andamento di questi due titoli è in decisa controtendenza rispetto a un Ftse Mib che, nonostante abbia smaltito il panico iniziale innescato dalla vittoria di Trump, sta comunque segnando un ribasso dell’1,6% (Trump manda in tilt i mercati: Btp in ribasso, ma il sell off sarà breve).

Come hanno osservato alcuni analisti, l’impressione è che gli investitori ritengano che Leonardo Finmeccanica e Recordati possano, in qualche modo, trarre vantaggio dall’affermazione di Trump. Nel caso del colosso della Difesa, i motivi alla base del rally sono di facile intuizione. Trump, infatti, già nel corso della campagna elettorale, aveva promesso un aumento delle spese militari nel budget pubblico rivendicando anche il diritto costituzionale dei cittadini statunitensi a portare armi.

Per quanto concerne invece Recordati, gli acquisti sono sostenuti da quelle che sono le idee sulla sanità del nuovo presidente Usa. Trump, infatti, è da sempre molto critico nei confronti della riforma della sanità che è stata varata da Obama. Il leader dei Repubblicani, già nel corso della campagna elettorale aveva aperto la porta alla possibilità di cancellare il cosiddetto Obamacare. Il neo presidente americano, comunque aveva anche dichiarato di volere allargare l’accesso alle cure sanitarie e di puntare a migliorarne la qualità promuovendo anche la possibilità di vendere assicurazioni sanitarie a cavallo degli Stati federali e di dedurre pienamente i pagamenti dei premi assicurativi sanitari anche per gli individui.

Terzo titoli in forte progressione a Piazza Affari è Tenaris.

In questo caso gli acquisti sono sostenuti dalla convinzione del mercato che Trump darà seguito alla sua promessa di incrementare la produzione di greggio in Usa. In una scenario simile Tenaris, autorizzata ad operare negli Stati Uniti, potrebbe avere in pochi vantaggi (Tenaris in gran forma: la vittoria di Trump fa bene al titolo).

Quarto e ultimo titolo in gran forma è Buzzi Unicem. La quotata attiva nel settore cementifero sta registrando una progressione del 6%. In questo caso gli acquisti sono da mettere in relazione con la possibilità che l’annunciata politica espansiva sul fronte fiscale ed infrastrutturale possa portare anche il gruppo italiano ad avere dei vantaggi (Buzzi Unicem sospesa, raffica di acquisti sul titolo).

 

Argomenti: , , ,