Investimenti e Sviluppo: i revisori non esprimono un giudizio sul bilancio 2014

di , pubblicato il

Investimenti e Sviluppo comunica che la società di revisione Kreston GV Italy Audit S.r.l. ai sensi degli artt. 14 e 16 del D.Lgs. 27.1.2010, N. 39 ha riemesso la relazione sul bilancio consolidato al 2014 del gruppo.

Agli Azionisti della Investimenti e Sviluppo S.p.A. comunica dunque quanto segue.

“1. Abbiamo svolto la revisione contabile del bilancio consolidato, costituito dalla situazione patrimoniale-finanziaria, dal conto economico, dal conto economico complessivo, dal prospetto delle variazioni del patrimonio netto, dal rendiconto finanziario e dalle relative note esplicative della Investimenti e Sviluppo S.p.A. e sue controllate (Gruppo Investimenti e Sviluppo) chiuso al 31 dicembre 2014.
La responsabilità della redazione del bilancio in conformità agli International Financial Reporting Standards adottati dall’Unione Europea nonché ai provvedimenti emanati in attuazione dell’art. 9 del D.Lgs. N. 38/2005, compete agli Amministratori della Investimenti e Sviluppo S.p.A. E’ nostra la responsabilità del giudizio professionale espresso sul bilancio e basato sulla revisione contabile.

2. Il nostro esame è stato condotto secondo i principi e i criteri per la revisione contabile raccomandati dalla Consob. In conformità ai predetti principi e criteri, la revisione è stata pianificata e svolta al fine di acquisire ogni elemento necessario per accertare se il bilancio consolidato sia viziato da errori significativi e se risulti, nel suo complesso, attendibile. Il procedimento di revisione comprende l’esame, sulla base di verifiche a campione, degli elementi probativi a supporto dei saldi e delle informazioni contenuti nel bilancio, nonché la valutazione dell’adeguatezza e della correttezza dei criteri contabili utilizzati e della ragionevolezza delle stime effettuate dagli Amministratori. Per il giudizio relativo al bilancio consolidato dell’esercizio precedente, i cui dati sono presentati ai fini comparativi, si fa riferimento alla nostra relazione, contenente una dichiarazione di impossibilità ad esprimere un giudizio, emessa in data 3 novembre 2014.

3. Il bilancio consolidato al 31 dicembre 2014, presenta alla voce “Altre partecipazioni” pari ad Euro 1.200 migliaia, la partecipazione del 5% detenuta dalla Investimenti e Sviluppo S.p.A. nel capitale della Guido Veneziani Editore S.p.A. La partecipazione è stata valorizzata sulla base del contratto preliminare di compravendita di azioni siglato con la Grafiche Mazzucchelli S.p.A. ed avente ad oggetto, le azioni di Guido Veneziani Editore S.p.A. detenute al 31 dicembre 2014 da Investimenti e Sviluppo S.p.A.
Successivamente è stato stipulato, in data 14 maggio 2015, un atto pubblico di vendita delle medesime azioni per un corrispettivo di euro 1.200 migliaia da liquidarsi per il tramite dell’emissione di numero 1.203 nuove obbligazioni non convertibili del “Prestito obbligazionario Grafiche Mazzucchelli 8% 2013- 2019”.
In data 18 giugno 2015 siamo stati informati che la stessa Grafiche Mazzucchelli S.p.A., in data 12 giugno 2015, ha depositato presso il tribunale di Milano ricorso ex art. 161, comma 6, L.F. per l’ammissione all’istituto del c.d. “Concordato Preventivo con riserva”.
Alla data odierna, non avendo ricevuto ulteriori informazioni circa l’eventuale presentazione di un “Piano Concordatario” ex art. 161, comma 1, L.F. o di un eventuale “Piano di ristrutturazione del debito” ex art. 182-bis L.F. e non avendo informazioni riguardo i termini dei predetti ed eventuali “Piani” si ritiene di incerta determinazione la recuperabilità dell’Attività finanziaria.

4. Il bilancio consolidato al 31 dicembre 2014 presenta un utile di Gruppo dell’esercizio di Euro 5.060 migliaia, un patrimonio netto positivo di Euro 2.045 migliaia ed un indebitamento finanziario netto di Euro 2.899 migliaia. Il risultato positivo di periodo è stato determinato dal deconsolidamento del Gruppo Moviemax, a seguito della graduale cessione delle azioni dal mese di aprile 2014 al mese novembre 2014, con un risultato netto derivante dalle attività cessate di Euro 5.799 migliaia. In data 27 marzo 2014 il Consiglio di Amministrazione di Investimenti e Sviluppo S.p.A. ha approvato il nuovo Piano Strategico 2014-2016 (“Piano”) redatto ai sensi dell’art. 182 bis L.F. per la ristrutturazione dei debiti.

Argomenti: