Interpump: Reggiana Riduttori entra nel gruppo

L'operazione avverrà mediante cessione di azioni ordinarie di Interpump ad un prezzo unitario di 28,74 €, più un conguaglio da calcolare in riferimento ad un EV di 125 mln di €.

di , pubblicato il
L'operazione avverrà mediante cessione di azioni ordinarie di Interpump ad un prezzo unitario di 28,74 €, più un conguaglio da calcolare in riferimento ad un EV di 125 mln di €.

Interpump Group ha siglato un accordo vincolante in forza del quale l’intero capitale di Reggiana Riduttori entrerà a far parte del gruppo Interpump.

Reggiana Riduttori ha sede in Italia a San Polo d’Enza (RE), e con le sue 9 filiali estere (Australia, Brasile, Canada, Cina, Francia, India, Olanda, Slovacchia, USA) rientra fra i leader mondiali nella progettazione e costruzione di sistemi per la trasmissione di potenza: riduttori epicicloidali, motoriduttori e ruote motrici.

I principali settori di applicazione sono: industriale, agro-forestale, movimentazione, sollevamento, marino/offshore, mining, green-wind.

Il closing dell’operazione è previsto per fine del 2019 ed è subordinato all’esito positivo delle procedure
di due diligence;

L’acquisizio rappresenta quindi un radicale ampliamento di orizzonte delle attività del settore trasmissioni di Interpump, già leader mondiale nella produzione di prese di forza (PTO) per l’oleodinamica mobile.

Interpump, a fronte del 100% del capitale sociale di Reggiana Riduttori, cederà  3,8 milioni di azioni
ordinarie prelevate dal portafoglio di azioni proprie e valorizzate al prezzo ufficiale di venerdì 20 settembre pari a € 28,74 , oltre ad un conguaglio da calcolarsi facendo riferimento all’Enterprise Value (EV) concordato di 125 milioni di euro.

L’Ing. Albarelli continuerà a ricoprire la carica di Presidente e AD di Reggiana Riduttori, anche nella sua
nuova veste di importante socio di Interpump Group

Argomenti:

I commenti sono chiusi.