Interpump: nel 2018 forte aumento dell’utile netto a 173,9 milioni. Proposto dividendo a 0,22 €

Il Cda del gruppo, in data odierna, ha approvato il progetto di bilancio dell'esercizio 2018.

di , pubblicato il
Il Cda del gruppo, in data odierna, ha approvato il progetto di bilancio dell'esercizio 2018.

Il Cda del gruppo attivo nella produzione di pompe ad alta ed altissima pressione ad acqua, nonché leader nel settore oleodinamico, ha approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2018.

Risultato economico

Il gruppo ha contabilizzato ricavi netti in progresso del 17,7%, passando dai 1.086,5 milioni del 2017 ai 1.279,2 milioni dell’esercizio appena concluso.

A parità di area di consolidamento e di cambi è stata rilevata una crescita organica del 13,7%, mentre la dinamica penalizzante delle valute ha inficiato il fatturato per 28,3 milioni di €.  Si ricorda che nel 2018 sono state consolidate: le società del gruppo GS-Hydro (settore Olio, consolidate per l’intero anno), Ricci Engineering Srl (settore Acqua, acquisita il 2 agosto 2018 e consolidata solo per 5 mesi), Fluinox Procesos S.L.U. (settore Acqua, acquisita l’11 dicembre 2018 e inclusa nello stato patrimoniale al 31/12/2018).

Per quanto riguarda la redditività operativa, l’Ebitda rileva un  progresso del 16% a 288,5 milioni (rispetto i 248,6 milioni del 2017), con una peso sui ricavi del 22,6% (-30 punti base a/a); l’Ebit sale invece del 18,9% passando da 198,9 milioni a 236,5 milioni, con un ros al 18,5% (+20 punti base rispetto il precedente periodo di paragone).

L’esercizio si chiude infine con un aumento dell’utile netto da 135,7 milioni a 173,9 milioni, segnando una variazione positiva del 28,1%; al netto dei proventi una tantum del 2017 e del 2018 la crescita risulterebbe del 25.0% (nello specifico: l’utile netto 2017 beneficiava del ricalcolo delle imposte differite negli USA, dopo l’introduzione della riforma fiscale, per € 5,7 milioni; l’utile netto 2018 beneficia invece di un provento una tantum di €11,4 milioni riguardante l’acquisizione di GS-Hydro).

Situazione patrimoniale e finanziaria

Al 31 dicembre 2018 la posizione finanziaria netta si è attestata a 287,3 milioni di euro rispetto ai 273,5 milioni di euro del precedente esercizio, dopo aver registrato esborsi per acquisizioni per € 21,1 milioni, pagamento di dividendi per € 23,1 milioni e acquisto di azioni proprie per € 54,2 milioni. Il Gruppo ha inoltre impegni relativi all’acquisizione di partecipazioni di società già controllate valutati per un totale di 44,5 milioni di euro (46,8 milioni di euro al 31/12/2017).

Il free cash flow è diminuito dai 93,6 milioni di euro del 2017 agli 82,2 milioni di euro dell’esercizio appena chiuso, a causa dell’assorbimento del capitale circolante legato alla forte aumento del fatturato ed ai maggiori investimenti.

Alla luce dei suddetti risultati il Cda ha deliberato di proporre un dividendo di 0,22 €, in aumento del 4,76% a/a.

 

Argomenti:

I commenti sono chiusi.