Innovatec, piano industriale 2014-2016

Tutti i target economico-finanziari di Innovatec per il periodo 2014-2016

di Enzo Lecci, pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di Innovatec ha esaminato ed approvato il Piano Industriale 2014-2016 e l’outlook 2014.

Il Dottor Pietro Colucci, Presidente di Innovatec, ha così commentato: “Sono molto soddisfatto del lavoro realizzato in questi primi mesi, ma ancora di più per i contenuti del Piano che il CdA ha approvato. La scelta strategica di focalizzarsi nella generazione distribuita, le reti intelligenti di smart grid e smart cities e la riduzione dei consumi verso una maggiore efficienza energetica e l’autoconsumo, trasforma in sistema una visione imprenditoriale e individua le linee di crescita del Gruppo, confermando che la green economy è la vera exit strategy dall’attuale crisi climatica ed economica.”

Il Piano Industriale si realizzà attraverso l’offerta di servizi di efficienza energetica, produzione, gestione, stoccaggio e distribuzione di energia tramite tecnologie innovative di telecontrollo, sistemi di accumulo e building & home automation verso la clientela retail e corporate italiana ed estera e verso la PP.AA.

Il mercato di riferimento per Innovatec è caratterizzato da significative prospettive di sviluppo: a livello mondiale le dimensioni dello Smart Grid Market (la porzione più piccola del complessivo mercato «Internet of Things») sono previste in crescita con un CAGR pari al 23%, che raggiunge una dimensione pari a USD 19 miliardi nel 2015. Inoltre, la Strategia Energetica Nazionale (SEN-mar 2013) pone l’efficienza energetica al primo posto tra le priorità di intervento, attribuendole circa Euro 60 miliardi di investimenti al fine di conseguire Euro 8 miliardi di risparmio sulla bolletta energetica dell’Italia entro il 2020. Infine, l’Italia vanta una consolidata tradizione industriale in settori fortemente interessati dalla diffusione dell’efficienza energetica, quali ad esempio elettrodomestici, domotica, illuminotecnica, caldaie, motori, inverter e smart grid, oltre ovviamente all’edilizia e all’automation. Per tale ragione, unitamente ad un costo medio energetico in Italia elevato rispetto agli altri paesi euopei, il settore risulta di grande interesse ed attrattività.

 

Il piano industriale 2014-2016 si basa sulle seguenti linee di sviluppo:

  • aumento della penetrazione del mercato retail sia attraverso lo sviluppo di nuovi accordi commerciali analoghi a quelli già in essere con ENI, Officinae Verdi ed E.On, sia attraverso investimenti mirati in attività commerciali, di marketing & communication;
  • potenziamento della struttura commerciale e logistica, con l’obiettivo di instaurare collaborazioni più estese ed intense con gli operatori retail; ? aumento della penetrazione nel mercato corporate, sfruttando le attività di ESCo (Energy Service CompanY, ovvero società che effettuano inteventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica) e le sinergie con il Gruppo Kinexia, oltre che sviluppando la pipeline degli interventi, sia attraverso segnalazioni di clienti che attraverso la struttura commerciale per lo sviluppo dei mercati meno maturi.
  • focus sull’innovazione tecnologica di prodotto, servizio e processo, attraverso mirati investimenti in ricerca e sviluppo;7
  • sviluppo dell’efficienza energetica in chiave ESCo, con la prospettiva di differenziare l’offerta al mercato mediante investimenti diretti volti a migliorare l’efficienza energetica di patrimoni edilizi di terzi. ? espansione all’estero su progetti retail e corporate che consentano di replicare know-how e prodotti sperimentati con successo sul mercato italiano.

 

Target economico-finanziari 2014 – 2016

La crescita di Innovatec negli anni 2014 – 2016 si baserà sullo sviluppo di business ad alta marginalità, con obiettivi di stabilità sui flussi nel lungo periodo e mantenimento dell’equilibrio economico-finanziario.

Gli investimenti realizzati dal Gruppo negli ultimi anni hanno permesso di installare oltre 3.500 impianti di autoproduzione di energia da fonte fotovoltaica, dei quali circa 1.500 dotati di un sistema di telecontrollo per complessivi oltre 100 MWp; il Gruppo ha inoltre installato con successo i primi sistemi integrati con accumulo.

I ricavi sono previsti pari a Euro 30 milioni nel 2014 , pari a Euro 43 milioni nel 2015 e pari a Euro 54 milioni nel 2016 di cui il 48% realizzati attraverso l’offerta di sistemi Smart e il 39% attraverso interventi di Efficienza Energetica. Il Gruppo punta nel 2014 al raggiungimento di un EBITDA margin pari al 11%, con un obiettivo pari al 14% nel 2015 e al 18% nel 2016.

Il gearing ratio target al 2016 è positiva pari a 0,6x. L’indebitamento finanziario netto previsto a fine 2014 del Gruppo è stimato a circa Euro 1 milione, in linea con la stima al 31 dicembre 2013.

Nel Piano Industriale sono previsti investimenti per lo sviluppo e l’innovazione tecnologica per Euro 1,5 milioni, nonché per spese di marketing & communication per lo sviluppo del business per complessivi Euro 2,8 milioni, finanziati con la cassa generata dal business e dai proventi rinvenuti dall’IPO, che sono stati pari a circa Euro 5,3 milioni a lordo delle commissioni e spese di IPO.

 

Argomenti: Borsa Milano, Innovatec

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.