IMA, risultati preliminari 2013: ricavi a +15,8%, Ebitda a +23,9%

In leggera flessione l'indebitamento di IMA nel 2013

di Enzo Lecci, pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A., leader mondiale nella produzione di macchine automatiche, riunitosi oggi sotto la presidenza di Alberto Vacchi, ha preso visione delle stime preliminari dei principali dati gestionali dell’esercizio 2013.

 

Ricavi IMA – In forte crescita i ricavi consolidati preliminari che hanno raggiunto i 760,9 milioni di euro (+ 15,8% rispetto ai 656,8 milioni al 31 dicembre 2012) con un contributo del Gruppo ILAPAK pari a 41,6 milioni di euro, il margine operativo lordo (EBITDA) salito a 112 milioni di euro (+ 23,9% rispetto ai 90,4 milioni al 31 dicembre 2012) con un contributo del Gruppo ILAPAK pari a 3,7 milioni di euro e il portafoglio ordini consolidato che ha raggiunto i 456,3 milioni di euro (+ 22,1% rispetto ai 373,6 milioni al 31 dicembre 2012) con un contributo del Gruppo ILAPAK pari a 22 milioni di euro. 2

Le stime preliminari di consuntivo 2013 indicano un esercizio in ulteriore crescita rispetto all’anno precedente, grazie all’andamento molto positivo delle vendite di macchine automatiche verso i settori di riferimento (farmaceutico e food).

 

Indebitamento IMA – L’indebitamento finanziario netto preliminare del Gruppo IMA al 31 dicembre 2013, nonostante i dividendi pagati nel corso del 2013, che ammontano complessivamente a 82,8 milioni di euro e l’acquisto del Gruppo ILAPAK che, unitamente al proprio indebitamento finanziario netto, ammonta a 20,8 milioni di euro, è risultato in leggera diminuzione a 130,4 milioni di euro (131,5 milioni al 31 dicembre 2012)

Argomenti: Borsa Milano, Ima, Trimestrali

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.