Il Ftse Mib riduce il rosso ma le banche soffrono ancora

STM precipita sul fondo del Ftse Mib ma anche Poste Italiane segna un calo di oltre 3 punti percentuali

di Enzo Lecci, pubblicato il
STM precipita sul fondo del Ftse Mib ma anche Poste Italiane segna un calo di oltre 3 punti percentuali

Il Ftse Mib si avvicina al giro di boa delle 13,30 con un rosso dello 0,8% in miglioramento rispetto all’andamento della prima parte della mattinata (Banche a picco sul Ftse Mib: crollano UBI Banca, BPER, Banco BPM e Unicredit). Nonostante la riduzione del passivo, sul paniere di riferimento di Piazza Affari ci sono ancora moltissimi segni rossi. A fare peggio di tutti è Stm che sta segnando un ribasso del 3,2%. Alle spalle della quotata dei microchips si colloca Poste Italiane che registra una flessione del 3% e quindi Brembo che è in ribasso del 2,7%. In rosso anche molte banche anche se, rispetto a questa mattina, le vendite sono più circoscritte.

Per quello che riguarda le quotate in rialzo, la vetta del Ftse Mib è occupata da Generali che avanza dell’1%. A seguire c’è poi Recordati con un +0,6%.

Fuori dal Ftse Min segnaliamo il drammatico calo di Astaldi (Astaldi non fa prezzo in borsa: prosegue crollo nonostante stop short selling).

Argomenti: Borsa Milano