'I dieci titoli ideali secondo Morgan Stanley - InvestireOggi.it

I dieci titoli ideali secondo Morgan Stanley

di , pubblicato il

Morgan Stanley reportAnche sui listini del Vecchio Continente ci sono dei titoli che, secondo Morgan Stanley, registreranno, nel periodo compreso tra il 2012 e il 2015, una crescita annua dell’utile per azione superiore all’8%, rendono, in termini di cedole, più del 3%. Ecco le dieci quotate big segnalata da Morgan Stanley e tutte con rating overweight ossia sovrappesare.

1) Mafre Il gruppo assicurativo spagnolo, che capitalizza 10,2 miliardi di euro, evidenzierà un incremento annuo dell’utile 2012-2015 del 18,2%, a fronte di un p/e (prezzo/utile) 2013 di 8 e un rendimento del dividendo (dividend yield) del 5,4%: Il titolo ha registrato negli ultimi tre e sei mesi una performance pari, rispettivamente, al 7 e al 6%.

 

2) Axa Il gigante assicurativo francese capitalizza 47,2 miliardi di euro. I suoi utili saliranno nel quadriennio dell’utile 2012-2015 mediamente del 10,6% l’anno, a fronte di un p/e (prezzo/utile) 2013 di 7,9 e di un dividend yield del 5,2%. Il titolo ha registrato negli ultimi tre e sei mesi una performance pari, rispettivamente, al 13 e al 10%.

 

3) Renault La compagnia automobilistica francese, che capitalizza 20,3 miliardi di euro, evidenzierà un incremento annuo dell’utile 2012-2015 del 15%, a fronte di un p/e (prezzo/utile) 2013 di 5,5 e di un rendimento della cedola del 3,5%. Il titolo ha registrato negli ultimi tre e sei mesi una performance pari, rispettivamente, all’8 e al 26%.

 

4) Resolution Il gruppo assicurativa inglese, che capitalizza 6 miliardi di euro, evidenzierà un incremento annuo dell’utile 2012-2015 del 13%, a fronte di un p/e (prezzo/utile) 2013 di 11,5 e di un dividend yield del 7,7%. Il titolo ha registrato negli ultimi tre e sei mesi una performance pari, rispettivamente, al 6 e al 7%.

 

5) Aegon Il gruppo assicurativo olandese, che capitalizza 14 miliardi di euro, evidenzierà un incremento annuo dell’utile 2012-2015 del 9,8%, a fronte di un p/e (prezzo/utile) 2013 di 7,8 e di un rendimento del dividendo del 4,5%.

Il titolo ha registrato negli ultimi tre e sei mesi una performance pari, rispettivamente, all’11 e al 4%.

 

6) RSA Insurance group Il gruppo assicurativo inglese, che capitalizza 6,7 miliardi di euro, evidenzierà un incremento annuo dell’utile 2012-2015 dell’11,6%, a fronte di un p/e (prezzo/utile) 2013 di 10,8 e di un rendimento della cedola del 5,2%. Il titolo ha registrato negli ultimi tre e sei mesi una performance pari, rispettivamente, al 6 e al -9%.

 

7) Aviva La compagnia assicurativa inglese, che capitalizza 15,2 miliardi di euro, evidenzierà un incremento annuo dell’utile 2012-2015 del 9,4%, a fronte di un p/e (prezzo/utile) 2013 di 8 e di un rendimento del dividendo (dividend yield) del 4,4%. Il titolo ha registrato negli ultimi tre e sei mesi una performance pari, rispettivamente, al 14 e al -13%.

 

8) Metso group La società finlandese, 5,2 miliardi di euro di capitalizzazione in borsa, evidenzierà un aumento annuo dell’utile nel periodo 2012-2015 del 8,2%, a fronte di un p/e (prezzo/utile) 2013 di 9,9 e di un dividend yield del 6,9%. Il titolo ha registrato negli ultimi tre e sei mesi una performance pari, rispettivamente, a -18 e -19%.

 

9) Natixis La banca francese, vedrà l’utile per azione salire del 10,9% annuo nel periodo 2012-2015. Attualmente il prezzo è 11,2 volte l’utile stimato per il 2013, mentre il rendimento da dividendo è il 4,9%. Il titolo ha registrato negli ultimi tre e sei mesi una performance pari, rispettivamente, all’11 e al 25%.

 

10) Aberdeen Il gruppo inglese dell’asset management, che capitalizza 6,9 miliardi di euro, accrescerà del 19,8% l’utile evidenzierà nel periodo 2012-2015 del 19,8%, a fronte di un p/e (prezzo/utile) 2013 di 12,5 e di un dividend yield del 4%. Il titolo ha perso il 9% negli ultimi tre mesi ma il prezzo è rimasto stabile rispetto a sei mesi fa.

Argomenti: ,