Generali debole: le dismissioni partono dagli Usa

Secondo Il Sole 24 Ore la cessione delle attività riassicurative Usa sarebbe ad un passo. Con BSI si punta ad incassare almeno 2 mld di euro entro l'anno

di , pubblicato il

Generali debole a Piazza Affari nonostante sia sempre più imminente la prima pesante dismissione prevista dal piano dell’ad Mario Greco. Il Sole 24 Ore oggi infatti riporta l’indiscrezione secondo cui la cessione delle attività di riassicurazione Usa sarebbe alla svolta finale. Il Leone di Trieste per questa operazione si è affidato agli advisor Mediobanca e Citigroup e punta ad incassare  tra gli 800-1.000 milioni di dollari.

Sarebbe stata concessa un’esclusiva di trattativa al gruppo francese Scor e a un’importante compagnia americana attiva anche nel settore riassicurativo. Mario Greco ha l’obiettivo di chiudere al meglio la cessione considerando che si punta ad incassare 2 miliardi entro la fine dell’anno. Il Sole 24 Ore spiega che è entrata nel vivo anche la cessione della Banca Svizzera Italiana (BSI): l’istituto di credito con sede a Lugano ha un book value di 2,3 miliardi di euro. Su questo quadro Generali cede lo 0,64% a 13,97 euro per azione.

Argomenti: ,