Fusione FCA-Renault: alla Francia piace matrimonio ma chiede garanzie

Alla Francia piacerebbe il matrimonio fra FCA e Renault, ma il governo chiederebbe garanzie.

di , pubblicato il
Alla Francia piacerebbe il matrimonio fra FCA e Renault, ma il governo chiederebbe garanzie.

Alla Francia piacerebbe il matrimonio fra FCA e Renault, ma il governo chiederebbe garanzie.

FCA: proposta di Fusione con Renault

In particolare, il progetto di fusione piace al ministro francese dell’economia e delle finanze Bruno Le Maire ma al contempo richiederebbe il rispetto di almeno tre condizioni: che “l’occupazione e i siti industriali in Francia dovranno essere preservati”; che  “l’operazione sia portata a termine nel quadro dell’alleanza tra Renault e Nissan”; che vengano date “garanzie a livello di governance”.

Sempre secondo le Maire il progetto permetterebbe di competere con le sfide attualmente poste al mercato automobilistico, fra cui l’uso di batterie elettriche e di veicoli a guida autonoma; a tal fine servirebbero “miliardi di investimenti e quindi un consolidamento dell’industria dell’auto”.

Se la fusione andasse in porto, la partecipazione al capitale del governo francese, che attualmente è di circa il 15,01%, si dimezzerebbe al 7,5%.

Ora la palla passa ai vertici di Renault, che dovranno valutare la proposta considerata amichevole e decidere, entro circa la prossima settimana, se andare avanti con le trattative.

Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.