Fusione FCA Peugeot? Marchionne nega tutto e parla di collaborazione

di , pubblicato il

Sergio MarchionneIntervenendo al margine del Salone dell’Auto di Ginevra, il numero uno di FCA, Sergio Marchionne, ha affermato che non c’è assolutamente nulla di vero nelle indiscrezioni di stampa relative a un’ipotesi di fusione tra il Lingotto e la francese Peugeot (Fusione FCA Peugeot: Intermonte ci crede e il Lingotto vola). Il manager ha ricordato che con Peugeot c’è un accordo riguardante la produzione di veicoli commerciali aggiungendo che è sua intenzione “stringere un accordo sui prodotti. Poi se qualcuno ha altre idee non lo so“. Chiusura verso l’ipotesi integrazione con Peugeot ma chiusura anche verso qualsiasi altra ipotesi di fusione. “Fca è più forte nei suv e nei pick up, dobbiamo allearci con qualcuno che ci dia vantaggi, collaborare su piattaforme per andare avanti” ha precisato il numero uno del Lingotto.

 

Immatricolazioni FCA: tensioni solo dal Sud America

Allargando poi il discorso all’andamento delle vendite del Lingotto, Marchionne ha dato una iniezione di ottimismo affermando che Fca è in “buone condizioni” e che non ci sono “brutte notizie da darvi“. “Febbraio – ha evidenziato Marchionne – è stato un mese decente per le nostre vendite sia in Canada sia in Usa, così come in Europa e in Italia. Non vedo elementi negativi ad eccezione dell’America Latina. Non ci sono motivi per essere pessimisti“. Proprio nel momento in cui il manager rilasciava queste dichiarazioni, venivano pubblicati i dati relativi alle immatricolazioni auto in Usa (Immatricolazioni FCA: in Usa sono sempre grandi numeri, è miglior febbraio dal 2006).

Argomenti: ,