Fusione BPM Banco Popolare: Verona scrive agli azionisti e tranquillizza

Banco Popolare e Banca Popolare di Milano si muovono entrambe in rosso a metà mattinata

di , pubblicato il

banco popolareNella lettera che Banco Popolare ha inviato ai suoi azionisti in vista della prossima assemblea in programma il prossimo 19 marzo, viene toccato, più o meno esplicitamente, il tema della possibile fusione con Banca Popolare di Milano. Pur senza citare BPM, nella missiva si afferma che, alla luce di quella che è l’attuale situazione del mercato, non è possibile stabilire se il processo di conversione di società per azioni possa essere contestuale a quello di fusione ma, ad ogni modo, si ribadisce che la nascita di un nuovo operatore bancario è auspicabile in quando permetterebbe di resistere con più facilità alle turbolenze di mercato grazie alla sua maggiore robustezza.

La lettera all’azionista, quindi, si punta a tranquillizzare gli investitori sul processo in atto pur senza dare indicazioni su quelle che potrebbero essere le tempistiche ma anzi mettendo anche le mani in avanti su un possibile allungamento dei tempi (Fusione Banco Popolare BPM: 2 problemi ancora aperti. Facciamo il punto sull’integrazione).

Banco Popolare sta segnando una flessione dell’1,78% mentre la Popolare di Milano lascia sul parterre l’1,02%. Tutto questo in un contesto in cui il Ftse Mib sta registrando una progressione dello 0,44%.

 

 

Argomenti: , , , ,