Ftse Mib passa in rosso dopo “trauma” sul PIL Italia terzo trimestre

Secondo l'Istat la dinamica dell’economia italiana è risultata stagnante nel terzo trimestre

di Enzo Lecci, pubblicato il
Secondo l'Istat la dinamica dell’economia italiana è risultata stagnante nel terzo trimestre

Repentino cambio di rotta per il Ftse Mib e per lo spread Btp Bund. Il paniere di riferimento di Piazza Affari ha infatti annullato il debole verde presente fin dall’apertura degli scambi ed è passato in rosso (-0,8% la variazione in tempo reale) mentre lo spread Btp Bund è salito oltre i 300 punti base. Il cambio di rotta è scattato a seguito della delusione del mercato per il dato sul Pil italiano nel terzo trimestre. Il Prodotto Interno Lordo, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è rimasto praticamente invariato rispetto al trimestre precedente segnando una crescita su base annua di appena lo 0,8%. Tutte e due le rilevazioni sono inferiori alle attese. Il mercato infatti si attendeva una crescita dello 0,2% su base trimestrale e dell’1% su base annua.

Secondo l’Istat, “la dinamica dell’economia italiana è risultata stagnante, segnando una pausa nella tendenza espansiva in atto da oltre tre anni. Giunto dopo una fase di progressiva decelerazione della crescita, tale risultato implica un abbassamento del tasso di crescita tendenziale del Pil, che passa allo 0,8%, dall’1,2% del secondo trimestre”, prosegue l’Istat che aggiunge anche: “questa stima, che ha natura provvisoria, riflette dal lato dell’offerta la perdurante debolezza dell’attività industriale (manifestatasi nel corso dell’anno dopo una fase di intensa espansione) appena controbilanciata dalla debole crescita degli altri settori”.

Argomenti: Borsa Milano, col_Rullo