Ftse Mib nel baratro: BPER Banca e Fineco a picco, si salva solo Moncler

Il Ftse Mib è massacrato dalle vendite. Gli investitori si sbarazzano dei titoli italiani

di Enzo Lecci, pubblicato il
Il Ftse Mib è massacrato dalle vendite. Gli investitori si sbarazzano dei titoli italiani

Dramma a Piazza Affari. Il Ftse Mib, dopo il giro di boa delle 13,30, sta segnando un ribasso del 2,54% in scia all’ulteriore allargamento dello spread Btp Bund che è arrivato fino a 230 punti base. La decisione di Mattarella di affidare un mandato esplorativo a Cottarelli non ha placato le vendite che, ovviamente, hanno preso di mira i titolo del settore bancario (Sell off su BTP e banche mentre Cottarelli accetta incarico da Mattarella).

Tra le singole quotate del settore bancario è tutto un bagno di sangue. In questo momento sul fondo del paniere di riferimento di Piazza Affari c’è Banca Generali che sta segnando un calo del 7,5%. Molto male anche Bper Banca e FinecoBank che perdono, rispettivamente, il 6,4% e il 6,3%. Numerose le sospensioni per eccesso di ribasso. In questo momento, in particolare, risulta essere in asta di volatilità Unicredit. La big del settore bancario al momento dello stop cedeva oltre il 5% a quota 14,568 euro.

Argomenti: Borsa Milano