Ftse Mib in forte ribasso, allargamento spread Btp Bund fa crollare le banche

Banco BPM e Mediobanca crollano sul fondo del Ftse Mib in scia all'allargamento dello spread

di Enzo Lecci, pubblicato il
Banco BPM e Mediobanca crollano sul fondo del Ftse Mib in scia all'allargamento dello spread

Si allarga il passivo del Ftse Mib. A metà mattinata il paniere di riferimento di Borsa Italiana sta segnando un calo dell’1,44%, in peggioramento rispetto al dato di apertura. Ad appesantire il listino di riferimento di Piazza Affari sono i titoli del settore bancario. In particolare le vendite si stanno accanendo su Banco Bpm, in ribasso del 2,92%, Mediobanca in calo del 2,7% e Banca Mediolamum che è in flessione del 2,65%. Variazioni negative anche per le big Intesa Sanpaolo e Unicredit.

La raffica di vendite che sta colpendo le banche è causata dall’allargamento dello spread Btp-Bund che questa mattina è salito di slancio sopra i 140 punti base con rendimento del BTP decennale che è arrivato al 2,04%. L’allargamento del differenziale, a sua volta, è da imputare alle indiscrezioni di stampa relative alla bozza del “contratto di Governo” tra le Lega e il Movimento 5 Stelle che è stata pubblicata dall’Huffington Post. La bozza prevedrebbe la richiesta alla BCE di cancellare i 250 miliardi di debito acquistato col piano di QE. La bozza è stata definita superata dagli stessi partiti ma è il mercato non sembra sentirsi rassicurato.

Argomenti: Borsa Milano, col_Rullo