Ftse Mib ai minimi dal 2014: seduta drammatica per le banche

Bancari massacrati dalle vendite: il Ftse Mib torna per la prima volta sui livelli del 2014

di Enzo Lecci, pubblicato il
Bancari massacrati dalle vendite: il Ftse Mib torna per la prima volta sui livelli del 2014

La tendenza ribassista in atto sul Ftse Mib non cambia ma anzi si consolida. Il paniere di riferimento di Piazza Affari sta segnando una flessione dell’1,7% a quota 20002 punti, livello più basso dal lontano 2014. La raffica di vendite che sta colpendo tutte le quotate del principale indice azionario di borsa (in pratica, fin dall’apertura delle contrattazioni, sul Ftse Mib non c’è un solo titolo in rialzo), sta affossando in modo particolare il settore bancario con Banco Bpm peggior titolo (Banco BPM sospesa per eccesso di ribasso).

La raffica di vendite che si sta abbattendo sull’azionario italiano è stata provocata dall’invio, da parte della Commissione europea, di un primo parere sui nuovi obiettivi di bilancio fissati dalla nota di aggiornamento del Def, ritenuti una “deviazione significativa” dal percorso di aggiustamento raccomandato all’Italia. Il crollo della borsa di Milano è speculare alle forti tensioni che si stanno registrando in queste ore sull’obbligazionario con il rendimento del Btp a 10 anni che è balzato oltre il 3,5% per la prima volta da febbraio 2014 (Banche in profondo rosso in apertura, tasso BTP decennale ai massimi da febbraio 2014).

Argomenti: Borsa Milano, col_Rullo