Fonsai: Unipol sì a sorpresa ad azione responsabilità verso i Ligresti

La manleva legale del giugno scorso "non ha nessuna efficacia": così i Ligresti votano l'azione di responsabilità verso i Ligresti

di , pubblicato il

Riunitasi questa mattina a San Lazzaro (Bo), l’assemblea dei soci di Fondiaria-Sai ha deliberato l’azione di responsabilità contro la famiglia Ligresti e altri ex consiglieri e sindaci del gruppo su proposta del commissario ad acta, Matteo Caratozzolo. Presente alla riunione il 64,4% del capitale sociale (oltre 300 soci), ha votato a favore il 99,95% dei presenti, contrari solo lo 0,00004% (pari a 281 azioni) e astenuti lo 0,0401%. Determinante il voto di Unipol che a sorpresa si è detta favorevole ad accertare i danni arrecati dalla vecchia gestione alla compagnia assicurativa precedentemente nelle mani della famiglia Ligresti. Ricordiamo che il gruppo bolognese nel giugno scorso negli accordi di acquisto si impegnò a concedere la manleva legale nei confronti dei Ligresti. L’ad Unipol Carlo Cimbri ha chiarito oggi al termine dell’assemblea che su quello specifico punto l’intesa “non ha nessuna efficacia“. Sì all’azione di responsabilità anche da Premafin, da Finadin e da Palladio di Roberto Meneguzzo, che ha espresso in assemblea, per bocca di Stefano D’Angelo, soddisfazione e apprezzamento per un’operazione di trasparenza e pulizia che può rappresentare un segno di forte discontinuità con il passato. La Sator di Matteo Arpe, invece, potrebbe procede con un’autonoma azione di responsabilità solo nel caso in cui fossero accertati responsabilità o comportamenti dolosi o colposi.

Il commissario Caratozzolo ha stimato in 130 milioni di euro il danno complessivo derivante dalle precedenti gestioni e solo come danno diretto a FonSai.

Argomenti: , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.