Fincantieri verso la quotazione a Piazza Affari. Nel 2013 torna l’utile

di , pubblicato il

FincantieriLa vecchia Fincantieri stritolata dalle difficoltà finanziarie e con un piede nella fossa potrebbe essere un lontano ricordo. Lo si comprende leggendo le parole di Giuseppe Bono, il numero uno della più importante azienda italiana operante nel settore della cantieristica. Bono, artefice a suo tempo della quotazione di Finmeccanica, in una intervista a Repubblica ha annunciato che Fincantieri chiuderà il 2013 con un utile grazie a numerosi e grossi cantieri avviati in Italia, Stati Uniti, Norvegia, Brasile, Romania, Emirati Arabi e Vietnam. Su Fincantieri insomma sembrerebbe essere tornato il sereno dopo le difficoltà degli ultimi anni.  Per il futuro la società punta a crescere ulteriormente investendo investendo in tecnologia e competitività.

 

Quotazione Fincantieri: molto di più che un rumors

Una spinta in tal senso potrebbe arrivare dalla possibile imminente quotazione di Fincantieri. Ad annunciare lo sbarco in Borsa è stato lo stesso Bono che nell’intervista a Repubblica ha auspicato la sua netta preferenza per questa strada invece che per l’altra ipotesi spessa circolata in questi mesi e riguardate una integrazione con Finmeccanica.

Ma al di la delle parole di Bono cosa c’è di concreto? Secondo alcune indiscrezioni riportate dal Sole24Ore, la Cassa Depositi e Prestiti, che assieme e Fintecna controlla Fincantieri, sarebbe già al lavoro per una quotazione che dovrebbe avvenire entro il 2014.

 

Argomenti: , ,