Fincantieri: (solo) rimbalzino dopo il crollo di ieri, accordo con STX slitta di un anno?

L'Ad di Fincantieri non crede alle voci su un presunto complotto della Commissione UE contro l'Italia

di Enzo Lecci, pubblicato il
L'Ad di Fincantieri non crede alle voci su un presunto complotto della Commissione UE contro l'Italia

Fincantieri sta registrando in questa prima parte della seduta un rialzo di appena lo 0,85% che smussa il forte crollo rimediato ieri dalla quotata. Per Fincantieri, infatti, la terza seduta della settimana è stata un dramma con un calo delle quotazioni del 4,7%. A tenere banco anche oggi è la questione del possibile slittamento dell’accordo sulla francese Stx dopo che la Commissione Ue ha avviato una verifica approfondita di tutti i termini dell’acquisizione (Fincantieri crolla dopo riserve UE su acquisizione francese STX).

Scrive questa mattina il Corriere della Sera che l’amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono ha paura di perdere troppo tempo ma non allo stesso momento non crede alle voci su un presunto complotto contro l’Italia che sono sostenute anche dalle dichiarazioni del ministro dell’interno Salvini. Fincantieri, viceversa, vorrebbe semplicemente che le operazioni si velocizzassero per sviluppare entro i primi 6 mesi del 2019 la joint venture annunciata nel mese di ottobre.

Argomenti: Fincantieri