Fiera Milano: nel Q1 del 2019 risultati contrastanti, Ebitda in aumento ma diminuiscono ricavi ed utile lordo

di , pubblicato il
Fiera Milano chiude il primo trimestre del 2019 con fatturato pari 71 milioni, in calo dell'8,1% rispetto al pari periodo del 2018; utile ante imposte diminuito del 22,1% a 14,1 milioni

Fiera Milano chiude il primo trimestre del 2019 con fatturato pari 71 milioni, in calo dell’8,1% rispetto ai 77,3 milioni del pari periodo del 2018 a seguito del differente calendario fieristico che nel 2018 prevedeva la fiera biennale Mostra Convegno Expocomfort.

Sul fronte della gestione operativa, l’Ebitda si è attestato a 29 milioni rispetto ai 19,7 milioni registrati nel pari periodo del 2018 (+47,2%), poiché l’impatto derivante dall’applicazione del principio contabile IFRS 16 ha determinato una minore rilevazione dei costi per godimento di beni di terzi per 12,1 milioni (-14,5% nel Q1 del 2019 ante Ifrs 16 vs Q1 del 2018). La relativa incidenza sui ricavi ante e post applicazione IFRS16 risulta rispettivamente al 23,7% ed al 40,8%.

L’Ebit è pari a 17,5 milioni rispetto a 18,2 milioni del primo trimestre 2018 (-3,8%), scontando maggiori ammortamenti per l’applicazione dell’IFRS 16, pari a 10,2 milioni (-14,6% nel Q1 del 2019 ante Ifrs 16 vs Q1 del 2018). Il ros pre e post applicazione IFRS16 si attesta rispettivamente al 21,9% ed al 24,6%.

Il risultato prima delle imposte risulta in calo del 22,1% a 14,1 milioni rispetto a 18,1 milioni del primo trimestre 2018 (-13,7% nel Q1 del 2019 ante IFRS 16 vs Q1 del 2018).

Al 31 marzo 2019 il patrimonio netto risulta pari a 96,6 milioni (82,1 milioni al 31 dicembre 2018) e l’indebitamento finanziario netto, comprensivo della lease liability IFRS 16, ammontava a 453,8 milioni. Senza gli effetti dell’IFRS 16, la posizione finanziaria netta al 31 marzo 2019 presentava liquidità  netta per 60,1 milioni, aumentata rispetto ai 23,7 milioni a fine anno 2018. L’incremento è determinato soprattutto dal cash flow operativo del trimestre e dagli acconti incassati in relazione al calendario fieristico che prevede importanti manifestazioni in programma nei mesi successivi.

L’andamento della gestione, spinto anche dai risultati delle manifestazioni che sono state fatte in Italia dopo la chiusura del trimestre, ha consentito ai vertici di confermare per l’intero 2019  un Ebitda target compreso nel range di 84-88 milioni.

Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.