Fiat in rosso ma espande il market share in Francia

Il Lingotto fa meglio del mercato in Francia e consolida la leadership nel segmento veicoli commerciali leggeri. Vendite a Piazza Affari

di Carlo Robino, pubblicato il

Gli ultimi dati sulle immatricolazioni confermano la sostanziale tenuta di Fiat nel mercato auto in Francia. Il Lingotto a fronte di un calo generale del 15,4% a 198.185 unità a marzo e del 14% a 525.693 nei primi tre mesi del 2013, ha registrato un decremento delle vendite di auto e veicoli leggeri di appena il 2,3% su mese e del 7,6% nel primo quarto dell’anno. La sovraperformazione di Fiat rispetto al mercato consente al gruppo guidato da Sergio Marchionne di incrementare la propria quota di mercato Oltralpe: dal 5,01% al 5,79% nel mese e dal 4,81% al 5,17% nel trimestre. I dati diffusi dall’associazione francese dei costruttori di automobili (Comite’ des Constructeurs Francais d’Automobiles) mostrano per Fiat un calo della domanda di automobili passeggeri più contenuto (-16,4% a marzo) rispetto alla concorrenza Peugeot-Citroen (-23,6%), Volkswagen (-19%), Ford (-25,1%), GM (-31,8%). Il Lingotto in più consolida la sua leadership nel segmento dei veicoli commerciali leggeri: a marzo si sono registrate 5.072 immatricolazioni nel mese con una quota di mercato migliorato dal 14,24% al 15,4%. Intanto a Piazza Affari Fiat cede il 2,02% a 4,066 euro per azione.

Argomenti: Borsa Milano, FCA